Un picchetto d’onore per il compianto Mimmo Archinà

Con la scomparsa di Mimmo Archinà, Domenico all’anagrafe, la Calabria arbitrale (e non) perde uno dei riferimenti storici. Mimmo era un valido dirigente, impegnatissimo anche nel sociale nella sua Siderno ed in tutta la Calabria. Un male dilagante ha stroncato la sua vita a 69 anni.

Una vita spesa per l’AIA, la sua passione principale insieme agli Scout, due associazioni che convergevano nella sua essenza fatta di altruismo. Tra gli arbitri ne aveva fatta tanta di strada, soprattutto in ambito dirigenziale, rivestendo negli anni Novanta la carica di Presidente della Sezione di Locri per dieci Stagioni. Poi la lunga esperienza al Comitato Regionale Arbitri della Calabria, in qualità di Componente, fino al 2014, con due parentesi: una da Componente CAI, l’altra da Referente regionale del SIN, il Servizio ispettivo dell’AIA.

Dal 2016 l’esperienza al Settore Tecnico dell’AIA nel ruolo di Componente, dove era stato riconfermato da pochi mesi.

I funerali di Mimmo si sono svolti il 2 ottobre alle 15, presso la Chiesa Maria Santissima di Porto Salvo, a Siderno. Una divisa di gara ai suoi piedi con il suo nome inciso ed un picchetto d’onore di giovani arbitri in divisa hanno accompagnato il feretro sino all’altare. Cerimonia sobria ed omelia toccante, con commozione per i moltissimi associati provenienti da tutta la Calabria e non solo. A Stefano Archinà, Componente del Comitato Nazionale Arbitri ed amico intimo di Mimmo è toccato dare l’ultimo saluto definendolo “Maestro di arbitraggio e di vita”. Tra i molti presenti anche il Responsabile del Settore Tecnico dell’arbitro Matteo Trefoloni, il Presidente CRA Franco Longo, il Presidente della Sezione di Locri Anselmo Scaramuzzuno. All’uscita dalla chiesa scroscianti applausi lo hanno salutato per l’ultima volta.

IN RICORDO DI MIMMO…

Anselmo Scaramuzzino – Presidente FF Sezione AIA Locri

 “SEMPRE PRONTO A DISPENSARE CONSIGLI AGLI ASSOCIATI”

“Sono commosso e addolorato. Mimmo è stato una figura di riferimento per intere generazioni di arbitri e dirigenti, sempre pronto a dispensare consigli. La sua testimonianza tra noi lascerà il buon esempio da seguire. Uomo e ‘arbitro’ completo, dedito al prossimo, esempio di sobrietà, modestia e grande competenza lo connotano tra i dirigenti di grande levatura. Ciao Mimmo, mancherai a tutta la Sezione di Locri”.

——————

Roberto Rispoli – Componente CRA Calabria

 “PERSONA GARBATA E DISPONIBILE CON TUTTI”

“Per me Mimmo è stato un padre arbitrale e di vita, una guida personale che ho avuto sempre al mio fianco sia alle prime esperienze dirigenziali sia durante i miei anni di presidenza della Sezione di Locri. Una persona garbata e sempre disponibile con tutti, impegnatissima anche nel sociale… Ci mancherà molto!”

——————

Stefano Archinà – Comp. Comitato Nazionale AIA

 “ABBIAMO PERSO UN GRANDISSIMO EDUCATORE”

“Sono molto dispiaciuto e addolorato per la perdita di Mimmo. Ho vissuto quasi 40 anni di esperienze associative accanto a lui. Tanti i momenti trascorsi insieme, che dentro di me resteranno indelebili. Quando partecipai nel 1983 al Corso Arbitri il relatore è stato proprio Mimmo, quindi con lui ho iniziato la bellissima attività arbitrale. È stato tra coloro che mi hanno proposto per la presidenza sezionale e, successivamente, da Presidente del CRA Calabria, ho voluto che la sua lunga esperienza fosse messa a disposizione degli arbitri regionali, nominandolo Componente regionale. È sempre riuscito ad essere una guida, non soltanto tecnica, anche per i dirigenti arbitrali a tutti i livelli. La locride perde un grandissimo educatore: è stato da sempre impegnato anche negli Scout dell’AGESCI”.

——————

Matteo Trefoloni – Resp. Sett. Tecnico AIA

 “UNA GRANDE PERDITA PER L’ASSOCIAZIONE”

“Se ne va un validissimo dirigente del movimento arbitrale calabrese, sia in termini umani sia tecnici. Le sue parole, il suo esempio e i suoi comportamenti rimangano impressi nella memoria di ciascuno, restando per sempre un punto di riferimento. La scomparsa di una persona come Mimmo Archinà è una grande perdita per il Settore Tecnico e l’AIA intera”.

——————

Franco Longo – Presidente CRA Calabria

 “HA INCARNATO IN PIENO l’ESSENZA DELL’AIA”

“Ho il grande dispiacere di aver perso un amico leale e sincero, che ha lasciato una grande traccia del suo passato attraverso la formazione di tantissimi giovani. Mimmo è stato un dirigente contraddistinto sempre da tanta sobrietà e una competenza tecnica significativa, incarnando in pieno l’essenza della nostra Associazione”.

——————

Mimmo Maio – Componente CRA Calabria (Resp. OA)

 “COMPETENTE E PROFESSIONALE, UN MAESTRO PERFETTO”

“Per la grande competenza, la signorilità, la professionalità e il rapporto umano, Mimmo è stato un maestro perfetto; come osservatore ha espletato il suo mandato alla luce di queste prerogative, maggiormente evidenziate nel ruolo di Componente del ST, collaborando con il nostro Comitato ogni qual volta la presenza del Settore Tecnico era richiesta, come negli incontri baricentrici che negli ultimi due anni hanno avuto luogo presso le sezioni calabresi con gli osservatori regionali, finalizzate alla crescita e al confronto”.

Print Friendly