IL PRESIDENTE LONGO AGLI ARBITRI DI VIBO: “LA CULTURA DELL’ERRORE E’ IMPORTANTE PER CRESCERE”

di Raffaele Trapasso

Lo scorso 19 maggio si è svolta tramite la piattaforma Zoom, l’ultima riunione tecnica della Sezione AIA di Vibo Valentia con ospite il Presidente del Comitato Regionale Arbitri Calabria Francesco Longo.
Il Presidente di Sezione Nazzareno Manco ha aperto i lavori ringraziando tutti i componenti del CRA Calabria e il Presidente “per l’ottimo lavoro che stanno svolgendo con tutti gli associati e per essere stati sempre presenti alle riunioni nel corso dell’anno”.
Di seguito ha preso la parola Franco Longo, il quale ha fatto un resoconto della Stagione appena trascorsa, connotata da tanti problemi legati alla pandemia e da un conseguente lungo periodo di inattività dai terreni di gioco che i tanti arbitri e osservatori hanno dovuto loro malgrado subire.
Un aspetto molto importante su cui Longo ha voluto focalizzare particolare attenzione è il concetto della “cultura dell’errore”, ovvero quanto sia importante e costruttivo sbagliare: “Solo sbagliando e cadendo – asserisce Longo – impareremo e ne faremo tesoro. Bisogna infatti saper cogliere sempre il lato positivo di una prestazione negativa – prosegue – senza mai fossilizzarsi sul voto”.
Il Presidente ha poi sottolineato che il mondo AIA è un mondo meritocratico, dove solo chi dà il meglio di sé e si impegna costantemente per migliorare può puntare in alto, chi invece non cerca di migliorarsi e spera di andar avanti senza impegno ha già segnato il suo destino. Per questo motivo è necessario tenersi sempre pronti, sia dal punto di vista tecnico che da quello fisico. Solo con la giusta passione e determinazione si potranno ottenere grandi traguardi futuri.
Sottolinea infine Franco Longo il ruolo cruciale degli osservatori arbitrali per i giovani associati, perché sono loro che la domenica vanno a valutare le prestazioni degli arbitri dando loro consigli utili per la loro crescita. L’osservatore arbitrale valuta la singola prestazione, non determina le sorti dell’arbitro, dà consigli affinché l’arbitro comprenda i suoi errori e lo indirizza a capire come fare e non sbagliare nuovamente.

Di seguito ha preso la parola Enrico Pasqua, arbitro fresco d’esordio in Eccellenza: “Debuttare nel massimo campionato regionale è motivo di orgoglio. Resto con tanta voglia di imparare, facendo tesoro della visionatura del Presidente regionale in questa gara d’esordio. Spero di dare altre soddisfazioni alla Calabria arbitrale e alla mia Sezione, che tanto sta credendo in me”.

E’ infine intervenuto per gli ultimi saluti il Vice Presidente della Sezione Sergio Pititto, osservatore alla CAN di Serie A e B.

Uno riunione quella tenuta da parte del Presidente Longo formativa e soprattutto motivazionale per tutti gli associati della Sezione.

Print Friendly