Gli arbitri calabresi perdono lo storico Segretario Tonino Crispino

Un altro validissimo dirigente arbitrale se ne è andato via. L’arbitro benemerito Tonino Crispino, 79 anni, è deceduto questa mattina a causa di un attacco di cuore. Per la sua Sezione, Catanzaro, nonché per l’intera Calabria arbitrale, si è trattato dell’ennesima perdita in questo 2020 tutto da dimenticare. Parliamo dell’ex Segretario del CRA Calabria, per tanti anni un punto di riferimento del Comitato, ‘motore’ dell’attività amministrativa e persona sempre disponibile con le Sezioni, che soleva aiutare per qualsiasi difficoltà, soprattutto alla fine degli anni Novanta e inizi Duemila, periodo della rivoluzione informatica dell’AIA.

Ricchissimo il suo curriculum nello sport. Negli anni 1953/1960 è calciatore tesserato della società ‘Generale La Grotteria’ del suo paese d’origine, Monterosso Calabro, militante nel campionato di Prima Categoria. Dal 1958 a 1966, cambia disciplina. Passa all’atletica e si tessera con la società ‘S. Fiamma’ di Vibo Valentia; in questo periodo viene premiato con la medaglia di bronzo per il terzo posto ottenuto nella maratona regionale 4 x 10.000.

Tonino, Stella di Bronzo CONI al merito sportivo, diventa arbitro nel 1967 e rimane con tale qualifica fino al 1976, anno in cui supera brillantemente il corso per osservatore arbitrale. Dal 1979 al 1991 presiede il Collegio revisori della Sezione AIA di Catanzaro.

Dal 1992 al 2002 viene nominato Vicepresidente del Consiglio disciplina regionale dell’AIA. Dalla Stagione Sportiva 2003/2004 al 2008/2009 è nominato Componente – Segretario del CRA Calabria, con delega alle designazioni degli arbitri per i tornei nazionali e regionali contribuendo in modo incisivo alla formazione tecnico – associativa dei fischietti calabresi, impegno riconosciuto sia dalle 11 Sezioni AIA della regione sia dalle società calcistiche calabresi.

Riceve, fra l’altro, speciale riconoscimento e gratitudine per la disponibile collaborazione, per la passione e l’impegno assunto per l’ottima riuscita dei Memorial Interforze ‘Nicola Calipari’ e Memorial ‘Caduti di Nassiriya’, organizzati dall’Associazione italiana ‘Cultura dello Sport’ con l’adesione del Comitato provinciale LND Reggio Calabria, del Presidente della Repubblica, della presidenza del Consiglio regionale Calabria e Città di Palmi (giugno 2007); apprezzamenti dalla sezione Aia di Cosenza (aprile 2007).

Nel 2007 è premiato a Gerace al II Meeting degli arbitri calabresi ‘per l’impegno e la fattiva collaborazione con le Sezioni AIA in qualità di Segretario del CRA Calabria’.

Dal mese di Luglio 2009 ad oggi è segretario della Commissione disciplinare territoriale presso il Comitato regionale LND Calabria.

“Per me è stato un vero maestro, un amico, la mia guida spirituale, una persona che aveva soluzione a tutti i problemi. Una persona umile e semplice, professionalmente ineccepibile, un vero servitore delle istituzioni dell’AIA e non solo”, ha commentato Franco Falvo, Presidente della Sezione AIA di Catanzaro.

Oltre agli associati catanzaresi si stringono alla sua famiglia l’attuale Presidente CRA Franco Longo, insieme ai suoi Componenti e Collaboratori. Si unisce il Componente Nazionale Stefano Archinà, il Presidente dell’AIA e Direttore della Rivista ‘l’Arbitro’, Marcello Nicchi, il Direttore Responsabile della Rivista e del Sito web associativo; il Vicepresidente dell’AIA, il Responsabile del Settore Tecnico dell’AIA, agli altri Componenti del Comitato Nazionale, il Responsabile dell’Osservatorio della violenza Pippo Capellupo, i Coordinatori della Redazione della Rivista, il Segretario e il Vice Segretario dell’AIA.

I funerali di Tonino Crispino si celebreranno domani 4 novembre, alle 16:30, nella chiesa di San Giovanni, a Catanzaro centro.

Print Friendly