Zampaglione

Stella d’Argento CONI a Nino Zampaglione

Il CONI ha conferito a Nino Zampaglione la Stella d’Argento al Merito Sportivo, onorificenza che il Comitato Olimpico Nazionale Italiano riconosce a dirigenti sportivi che si sono distinti nel corso della loro attività.
Nato a Melito Porto Salvo (Reggio Calabria) il 2 gennaio del 1948, il 16 giugno 1968 Zampaglione supera l’esame del corso arbitri indetto dalla Sezione di Reggio Calabria. Conclude l’attività di direttore di gara nel 1978 nei ruoli della Cai.
Nel medesimo anno, continua l’attività negli organi tecnici nazionali come Assistente Arbitrale di Serie D, concludendo tale attività in Serie A e B nella stagione sportiva 1986/87.
Passiamo alla sua esperienza dirigenziale. Nel 1985 diventa dirigente della Sezione con l’allora presidente Mimmo Falzea.
Successivamente, nel 1987 supera gli esami di qualificazione di Osservatore arbitrale, intraprendendo tale attività fino alla Serie D, che si conclude nel 2010. Attualmente visiona i giovani arbitri in regione.
Continua la sua attività da dirigente quale componente del Comitato Regionale Arbitri – Calabria dal 1991 al 2001, di cui gli ultimi tre anni con l’incarico di vicepresidente.
Nel luglio 2005 gli viene conferito l’importante incarico nazionale quale vice responsabile del Settore Tecnico Arbitrale – area sud, conclusosi al termine della stagione sportiva 2012/13. Oggi continua a far parte del Settore Tecnico come componente del modulo Regolamento.
Quarantacinque anni di Aia, nel rispetto delle regole e della condivisione dei valori del mondo arbitrale, gli hanno indicato la strada da percorrere anche nella vita privata. L’importante attestato oggi conferitogli, che si unisce alla Stella di Bronzo del CONI ricevuta a dicembre del 2008 e della “Stella al Merito del Lavoro” ricevuta dalla Presidenza della Repubblica nell’anno 1999, mette in evidenza le capacità professionali che unite alle qualità umane fanno di lui un esempio da seguire per i giovani.

Fonte: www.aia-figc.it

Print Friendly