raduno2014

Raduno Precampionato 2014/2015

Un raduno da incorniciare, caratterizzato dalla presenza contemporanea di tutta la forza arbitrale regionale. Lo stage precampionato del CRA Calabria è stato caratterizzato da un’organizzazione d’eccezione, che non si vedeva oramai da diversi anni in regione. Per l’intensa tre giorni di lavoro erano stati convocati tutti gli arbitri di Eccellenza, Promozione e Prima Categoria e la squadra degli assistenti arbitrali al completo. L’incontro, organizzato dal Comitato regionale presieduto da Stefano Archinà, si è tenuto gli scorsi 5, 6 e 7 settembre (venerdì, sabato e domenica), presso l’hotel “Stella dello Jonio” di Siderno. I primi due giorni sono stati dedicati ad arbitri e assistenti della massime categorie regionali, raggiunti il secondo giorno dai giovani direttori di gara militanti in Prima categoria.

Grande il livello tecnico espresso durante le riunioni, svoltesi a ritmo incessante, con pochissime pause, per riuscire ad affrontare tutti gli argomenti prefissati durante l’intenso incontro di due giorni, avvenuto alla fine di luglio a Parghelia, tra tutti i membri del Comitato regionale.

PRESENTI TRE COMPONENTI DEL SETTORE TECNICO

I lavori sono stati aperti dal presidente Archinà venerdì pomeriggio. Vi hanno partecipato tre componenti del settore tecnico: Luigi Flaccomio (sezione di Siracusa), Salvatore Russo (sezione di Sapri) e Giorgio Vitale (Sezione di Caltanisetta), i quali hanno fatto vedere e commentato diversi video su episodi di particolare difficoltà, oltre a supervisionare i test tecnici sul regolamento.

L’INIZIO DEI LAVORI PER GLI ARBITRI DI ECCELLENZA E PROMOZIONE

Prima di cena, Domenico Archinà (responsabile degli osservatori) ha illustrato i vari compiti dell’osservatore soffermandosi sull’importanza del colloquio nello spogliatoio al termine della gara. Infine sono state impartite varie disposizioni importanti per la nuova stagione: Carmine Zinzi (Settore giovanile), Pietro Agapito e Vincenzo Nicoletti (Rappresentanti AIA Organi di Disciplina FIGC presso il Giudice Sportivo), Cassandra Nudo (Osservatorio sulla violenza).

IL PROGETTO INNOVATIVO DI CAROLEO E PERRI

Dopo cena molto interessante la riunione tenuta dal vicepresidente del CRA, Valerio Caroleo e dal referente atletico Paolo Perri, che hanno illustrato i risultati di un importante progetto iniziato la scorsa stagione sportiva e che continuerà anche quest’anno: undici arbitri hanno indossato durante una gara un ricevitore GPS e un cardiofrequenzimetro in modo da poter monitorare in maniera esatta tutti gli spostamenti effettuati durante la gara, la velocità, la distanza percorsa, e i cambi di frequenza cardiaca con particolare riferimento agli eventi della gara. Inoltre il tracciato dello spostamento dell’arbitro monitorato ha consentito di addentrarsi nell’analisi dello spostamento e del senso tattico in funzione delle modalità e dinamiche di gioco.

L’AVVENTO DEGLI ARBITRI DI PRIMA CATEGORIA

Sabato mattina la platea si è arricchita della presenza degli Arbitri di Prima Categoria e degli Osservatori, intrattenuti dal Settore Tecnico che ha illustrato la circolare n. 1, sotto gli occhi del Vice Responsabile per il Sud Francesco Milardi, nelle vesti di O.A.

La mattinata è proseguita con Francesco Filomia, Responsabile degli Assistenti Arbitrali, che ha intrattenuto i presenti con le disposizioni vigenti quest’anno nei rapporti tra arbitro e assistenti.

GLI OSPITI

In tarda mattinata sono arrivati i graditi ospiti: Saverio Mirarchi, Presidente del Comitato Regionale Calabro della L.N.D., Raffaele Pilato, Presidente dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio – Calabria, Maurizio Cavallo, Responsabile  dell’Associazione Italiana Calciatori – Calabria, i quali, all’unisono, hanno evidenziato il nuovo percorso che ha caratterizzato le ultime stagioni sportive sotto l’aspetto della collaborazione tra le diverse componenti federali, auspicando anche per la corrente stagione sportiva il proseguirsi di questo clima di armonia e collaborazione. Ha concluso i lavori Maurizio Gialluisi, Componente del Comitato Nazionale della nostra Associazione, che ha sottolineato tutta l’importanza dei raduni regionali sia sotto l’aspetto tecnico che associativo, soffermandosi, tra l’altro, sul grande senso di responsabilità che devono sentire i nostri Arbitri chiamati ogni anno a dirigere tutte le gare regionali.

Importante e particolare la presenza del nuovo Vescovo della Diocesi di Locri e Gerace, Mons. Francesco Oliva, che ha sottolineato come i valori presenti nella nostra Associazione, sono quelli che devono guidare i ragazzi anche nella vita quotidiana.

GLI ASSOCIATI PREMIATI PER I TEST ATLETICI

Prima di pranzo sono stati premiati i ragazzi che hanno brillato durante i test atletici svoltisi lo scorso 21 agosto a Lamezia Terme: Stefano Milone (Taurianova), Gianluca Catanzaro (Catanzaro), Gianluca Cavallini (Rossano) e Paolo Crimi (Locri). Infine il Presidente Archinà si è soffermato sull’esposizione della ceck-list, vera novità di questa stagione sportiva: un elenco esaustivo e completo che ricorda alla terna tutti gli importanti adempimenti da espletare prima, durante e dopo una gara.

I LAVORI PER GLI ARBITRI DI PRIMA CATEGORIA

Dopo pranzo la platea si è divisa. Congedati gli arbitri e gli assistenti di Eccellenza e Promozione, da una parte i lavori sono proseguiti con gli osservatori, guidati da Domenico Archinà e Gianfranco Puja (new entry del CRA), dall’altra, una nutrita rappresentanza di Arbitri nazionali calabresi si è messa a disposizione dei ragazzi di Prima Categoria, coordinati dal responsabile Franco Laface. Quest’ultimo, dopo i saluti di Stefano Archinà, è subito entrato nel vivo del raduno, presentando gli ospiti, ovvero gli arbitri neopromossi della CAI, Luigi Catanoso, Rosario Michienzi, Salvatore Morabito, Domenico Varacalli, nonché gli arbitri della CAN D Francesco Cosso e Anselmo Scaramuzzino, tutti coordinati dall’arbitro CAN PRO Francesco Catona.

Arbitri calabresi che operano in ambito nazionale i quali, dopo aver raccontato in breve le loro esperienze, hanno iniziato un costruttivo confronto con i giovanissimi arbitri in sala (età media 19 anni), commentando anche una serie di filmati didattici.

A seguire il coordinatore Laface ha messo in evidenza l’importanza della figura dell’arbitro nel suo rapportarsi con tutte le componenti del calcio nella maniera più opportuna, sereni e con il sorriso sulle labbra, ma al tempo stesso sicuri e determinati.

La serata è proseguita con i test tecnici. Domenica mattina, sotto la coordinazione del referente per la preparazione atletica Paolo Perri e dell’instancabile collaboratrice CRA Cassandra Nudo, gli arbitri hanno sostenuto i test atletici, dopo aver raggiunto lo stadio comunale di Siderno in pullman.

Al rientro il Presidente Archinà ha presentato ai convocati la squadra del CRA Calabria. Dopo il suo in bocca al lupo ha ripreso la parola il coordinatore Franco Laface, che ha concluso i lavori del raduno.

di Paolo Vilardi

Print Friendly