OADAY

OA Day

Si è  tenuto presso la sede del CRA Calabria l’attesa attività  “OA DAY”,  evento  nato  dalla collaborazione tra il Settore Tecnico e la CAI e svolto, in contemporanea, in tutti i cra d’Italia.  Dopo una breve introduzione da parte del Vice Presidente Valerio Caroleo e del responsabile degli OA Mimmo Archinà, è stato il Vice Responsabile del Settore Tecnico Francesco Milardi ad illustrare a tutti i partecipanti la finalità dei lavori, chiarendo che il focus è l’attribuzione del voto e non la redazione della relazione. Il silenzio assoluto e la massima concentrazione ha accompagnato la visione del DVD della partita (con i meritati classici quindici  minuti di intervallo). Su apposito modulo è stato attribuito da parte degli OA il voto a AE e AA.  e, subito dopo, si è proceduto alla redazione di una relazione sulla partita individuando gli episodi salienti (in tre gruppi coordinati da Franco Colaci, Luigi Molinaro e Alberto Vaccaro). Soddisfacente anche la sosta pranzo, a buffet,  servita dai componenti e collaboratori CRA, con bellissima e gustosissima torta celebrativa. Prima di riprendere i lavori il Presidente Stefano Archinà ha ringraziato tutti i presenti, stigmatizzando il lavoro del Settore Tecnico dell’AIA e anche quello realizzato, in sintonia, a livello regionale.  Milardi ha poi continuato con la presentazione della relazione tipo, supportata dalla visione degli episodi salienti, suddivisi nei singoli aspetti, a giustificazione del voto attribuito. E’ seguito un partecipato dibattito con un positivo confronto di idee, durante il quale è stata evidenziata  la soddisfazione  da parte di tutti  per l’ottima iniziativa. Dopo la conclusione dei lavori dell’”OA DAY”, gli osservatori arbitrali calabresi sono stati impegnati in una verifica dell’attività tecnica sinora svolta, con intervento, in particolare, di Gianfranco Pujia sulle considerazioni sulla prestazione arbitrale, che al momento risulta essere, assieme alla valutazione degli AA, una criticità nella redazione delle relazioni.

Mimmo Archinà

Print Friendly