oa-day

OA Day regionale con Russo e Maio del Settore Tecnico

Lo scorso 27 gennaio anche il CRA Calabria, in parallelo con tutte le regioni italiane, ha svolto l’OA Day regionale, il “giorno degli osservatori arbitrali” di Prima Categoria, Promozione ed Eccellenza. L’evento, organizzato dal Settore Tecnico dell’AIA, ha rappresentato un momento molto importante di perfezionamento tecnico.

Per il Settore Tecnico sono stati presenti Mauro Russo, del modulo Perfezionamento e Valutazione tecnica, e Mimmo Maio, del modulo Regolamento, guida partica e materiale didattico.

La location è stata la sala congressi multimediale del Comitato Regionale della LND, nella stessa struttura che ospita i locali del CRA Calabria.

Dopo le direttive inerenti le compilazione degli osservatori e la valutazioni degli arbitri, a cura del Componente regionale responsabile degli OA, Francesco Musolino, e del Presidente del CRA Calabria, Franco Longo, i lavori sono entrati nel vivo con la proiezione di una gara di Promozione, che i convocati hanno dovuto seguire con la massima attenzione al fine di esprimere, al termine, un giudizio sulla prestazione delle terna arbitrale. Quindi riflettori puntati sull’aspetto atletico, tecnico, disciplinare e comportamentale.

In pratica, ultimata la gara, gli osservatori hanno compilato un report dove indicati i punti di forza dell’arbitro e gli aspetti da migliorare, nonché il voto che secondo il loro giudizio avrebbero meritato l’arbitro e i due assistenti.

E’ seguita l’analisi della prestazione di Mauro Russo, che ha intrapreso con gli OA un costruttivo confronto, per esprimere, al culmine, il voto ai componenti della terna, vidimato in precedenza dal Settore Tecnico.

A fine evento il Componente regionale responsabile degli osservatori, Francesco Musolino, ha posto l’accento sull’importanza del ruolo del visionatore, soprattutto in questa fase dei campionati: «Per gli OA è fondamentale un’assimilazione piena e consapevole dei criteri di valutazione per una sempre migliore uniformità di giudizio. Un evento come l’OA Day è importantissimo ai fini dell’aggiornamento e del perfezionamento tecnico. In questa fase della Stagione – ha concluso Musolino – gli osservatori incidono molto nella selezione per Il passaggio alla categoria superiore e pertanto, proprio in ragione di questa responsabilità, devono necessariamente avere un grado di preparazione impeccabile”.

Sull’evento questo è stato il commento del Coordinatore tecnico del CRA, Pino Mandaradoni: “Possiamo ritenerci soddisfatti per la partecipazione all’OA Day dei nostri osservatori, che invito ad essere sempre precisi sia nella compilazione della relazione sia nel colloquio post gara, affinché ci forniscano un prezioso contributo nella formazione dei nostri arbitri”.

Si riporta, infine, la dichiarazione sull’OA Day del Presidente CRA Franco Longo: «Dobbiamo valorizzare e motivare gli osservatori, indispensabili per la formazione degli arbitri; nello stesso tempo, da parte loro, devono completare il passaggio culturale da “osservatore” a “formatore”, necessario nel contesto arbitrale regionale. Per la formazione occorrono competenze specifiche e puntualità tecnica, attraverso un aggiornamento continuo che deve avvenire indispensabilmente già nelle sezioni. Per l’uniformità di valutazione occorrono che questi utilizzino gli stessi strumenti didattici usati per la formazione di arbitri e assistenti – ha concluso Longo – tra i quali la match analysis, e che rispettino in pieno i parametri di giudizio dell’Organo Tecnico».

Print Friendly