convegno

Convegno Medicina dello Sport

“Miglioramento globale della prestazione arbitrale”. E’ il tema del convegno di Medicina dello Sport, rivolto ad arbitri ed assistenti, preparatori atletici, laureati e studenti di scienze motorie, che si terrà nell’arco della mattinata (la registrazione dei partecipanti è in programma alle 9) di sabato 12 ottobre, presso l’Hotel Palace di Catanzaro Lido, sito sul lungomare.
Il confronto – dibattito sarà coordinato dal responsabile del Settore Tecnico dell’AIA, Alfredo Trentalange. Modererà Pasquale Fedele, componente della commissione medica nazionale dell’AIA. A tutti i convegnisti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
L’incontro si preannuncia interessante. Le argomentazioni che saranno trattate sono fondamentali per l’attività arbitrale, come la prevenzione degli infortuni e le nuove metodologie di allenamento, su cui relazioneranno ospiti illustri sia nel mondo arbitrale sia nel panorama medico – scientifico nazionale.
Procediamo con ordine e presentiamo il comitato scientifico del convegno, che sarà composto da Ubaldo Grani, Alfredo Trentalange e Angelo Pizzi. Passiamo quindi alla scaletta degli interventi. Dopo il saluto delle autorità, previsto per le 9:30, inizierà a relazionare Antonio Cotroneo, componente commissione medica nazionale dell’AIA, che tratterà: “Ansia e tensioni emotive: come trasformarle in energie positive per il miglioramento della prestazione agonistica”.
Sarà poi la volta di Carlo Castagna, metodologo d’allenamento dell’AIA, responsabile preparazione atletica della Can A, Can B e Fifa referees, che dibatterà sulla seguente argomentazione: “Preparazione precampionato, miglioramento della forma acquisita e illustrazione delle nuove metodiche e tecniche di allenamento”.
A ruota è in programma l’intervento del presidente della commissione medica nazionale dell’AIA, Angelo Pizzi, che relazionerà sulla “Prevenzione delle patologie più frequenti nell’arbitro di calcio: come curarle al primo insorgere”.
Concluderà Evanio Marchesani, componente commissione medica nazionale dell’AIA, che relazionerà sulla seguente argomentazione: “Conoscenze rianimatorie di base per gli arbitri di oggi e gli uomini di domani – Importanza della visita medico agonistica”.

Fonte: www.aia-figc.it

Print Friendly